GIORNATA DEI GIOCHI DELLA GENTILEZZA

GIORNATA DEI GIOCHI DELLA GENTILEZZA - Giochiamo Insieme

Compila il modulo di partecipazione. Grazie

Mezzo Pieno

Mezzo Pieno - Giochiamo Insieme

L'associazione Cor et Amor aderisce al Movimento Mezzopieno

C'Era una Volta

C'Era una Volta - Giochiamo Insieme

coordinerà la Giornata Nazionale dei Giochi della Gentilezza nelle Marche

CONDIVI I TUOI GIOCHI DELLA GENTILEZZA

CONDIVI I TUOI GIOCHI DELLA GENTILEZZA - Giochiamo Insieme

Grazie per la condivisione

Grazie per l'attenzione

Grazie per seguirci

Grazie per seguirci - Giochiamo Insieme

Grazie per seguirci - Giochiamo Insieme

Home » GIOCHIAMO INSIEME » CON MAMMA EO PAPA' » 2018-2019 » recensioni attività » 23 Febbraio 2019 Gioco e Solidarietà

23 Febbraio 2019 Gioco e Solidarietà

 - Giochiamo Insieme Giochiamo Insieme alla Battaglia delle Arance 5 Immagini

Il Gioco dellla Battaglia delle Arance é stato un momento di gioco, divertimento e solidarietà per le numerose famiglie partecipanti. Uno degli obiettivi dell'incontro é stato quello di sostenere la famiglia di Marcella, Federico e Nicolò,

che ha recentemente perso la propria abitazione ad Inverso, a seguito di un incendio. Le famiglie che hanno partecipato hanno offerto complessivamente 505,5 euro che saranno donate completamente alla famiglia di Inverso. Un atto di grande generosità. L'attività  é stata possbile grazie alla collaborazione da parte delle Associazioni degli aranceri dei Tuchini e dei Mercenari di Ivrea. 

La famiglia di Nicolò, Federico e Marcella a ringraziato tutte le famiglie partecipanti all'attività scrivendo il seguente pensiero: 

"Trovare le parole giuste non è semplice Vi ringraziamo immensamente per averci dimostrato solidarietà conforto Fratellanza amicizia in questo momento per noi molto difficile dove abbiamo perso tutto quello che è stata la nostra vita le nostre cose i nostri ricordi che sono andati perduti il 18 di gennaio del 2019 ma grazie al sostegno di ognuno di voi noi ci siamo fatti forza per affrontare questo momento estremamente difficile il nostro più grande desiderio è quello di ritornare il prima possibile a vivere a inverso a casa nostra perché la Valchiusella è per noi il posto più bello dove vivere. la nostra più grande speranza e esserci per voi come Voi lo siete stati per noi. Siamo onorati di far parte delle vostre vite. Grazie Marcella Nicolò e Federico"